Stampa

Beati quelli che sono afflitti "Beati quelli che sono afflitti, perché saranno consolati." (Matteo 5:4)

"Dov'era Dio?"
Ogni giorno i media ci bombardano con notizie sconvolgenti: guerre, attentati, tragedie familiari, incidenti gravi...

E' legittimo chiedersi, anzi, bisogna chiedersi: "Dio perché lo permetti?"

La Bibbia racconta che un uomo, Giobbe, perse i suoi dieci figli e tutti i suoi averi in un solo giorno. In seguito si chiese ripetutamente quale fosse il modo di pensare, di agire e di giudicare di Dio.
Nel suo percorso durissimo di sofferenza fu 'incoraggiato' da altri a mollare e a rinnegare Dio che sembrava pensare solo del male nei suoi confronti. A volte si domandò con rabbia, altre con rassegnazione cosa passasse nella mente di Dio che gli sembrava così lontano e inaccessibile, sordo al lutto, noncurante della sua sofferenza.

Fu proprio in quel conflitto atroce che Giobbe comprese qualcosa in più su Dio. Il Signore non gli diede tutte le risposte, ma lo portò a considerare la sua onnipotenza e, infine, Giobbe accettò i Suoi progetti eterni, perché fu convinto dal Suo amore.

Quando ti trovi nella morsa del dolore, abbi il coraggio di esporre i tuoi perché davanti a Dio, come fece Giobbe e fra una 'discussione' e l'altra, ascolta e Dio ti spiegherà, ti consolerà, ti benedirà. La tua esperienza sarà di incoraggiamento per altri che come te stanno attraversando dei momenti tristi.

Possa il Signore ricolmarti della sua Grazia!