CRC

radiologos

radiologos

La Bibbia gratis

  • Clicca e leggi...
  • Clicca e leggi...
  • Clicca e leggi...
  • Clicca e leggi...
Home Un Parola per oggi Questo popolo mi onora
PDF Stampa E-mail

Tu sei stato pesato... Questo popolo mi onora con le labbra, ma il loro cuore è lontano da me. Invano mi rendono il loro culto, insegnando dottrine che sono precetti di uomini. (Marco 7:6-7)

Gesù con pochissime parole rivela l'esatta motivazione che spingeva il popolo di Israele a cercarlo. Oggi come allora l'uomo non è cambiato. Molti nel tentativo di cercarlo lo onorano con le labbra, gli rendono la messa e seguono una serie di tradizioni religiose. Ma il Signore è chiaro "...ma il loro cuore è lontano da me". Dov'è il tuo cuore?

C'è chi lo supplica e lo chiama: "Signore, Signore!" perché ha una malattia da curare, c'è chi gli chiede di diventare ricco. Ma ancora... dov'è il tuo cuore? Hai mai conosciuto Gesù?

Il significato delle parole di Gesù è semplice. Egli non vuole avere un finto rapporto con noi, fatto di tante promesse non mantenute, di comportamenti di facciata, di ipocrisia, di falsità... l'elenco potrebbe continuare quasi all'infinito. Il Signore non vuole apparenza di religiosità. Durante la nostra vita, il Signore spesso bussa alla porta del nostro cuore chiedendo di entrare, cosa rispondiamo noi?

"Figlio mio, dammi il tuo cuore, e gli occhi tuoi prendano piacere nelle mie vie;" Proverbi capitolo 23,versetto 26.

Siamo disponibili a dargli la nostra fiducia e a cercare la sua volontà?

 

“Come Gesù fu sbarcato, vide una gran folla e ne ebbe compassione, perché erano come pecore che non hanno pastore; e si mise a insegnare loro molte cose.” Marco 6:34

Questo versetto tratto dal vangelo di Marco è prezioso per ogni uomo, perché descrive e ci fa conoscere il carattere di Gesù nei riguardi delle folle che lo seguivano durante i suoi spostamenti per insegnare loro la Parola di Dio, di cui viene detto: <<Non di pane soltanto vivrà l'uomo, ma di ogni parola che proviene dalla bocca di Dio>>.

Gesù ebbe una profonda compassione delle folle perché riconobbe in loro la "fame" e la "sete" di chi non ha comunione con Dio, di chi è sotto il potere del peccato che <<... che così facilmente ci avvolge...>> Ebrei capitolo 12 versetto 1 e che da solo non può far nulla per liberarsi da esso.

I tempi sono cambiati, il gregge è più grande, ma se siamo sinceri con noi stessi dobbiamo riconoscere che il mondo... ha "fame" e "sete" perchè lontano da Dio.

La buona notizia è che Gesù anche nel 2011 ha compassione delle <<... pecore che non hanno pastore...>>. E' sufficiente riconoscerlo ed accettare che da quel momento sia Lui ad essere il nostro Pastore. Egli è l'unico che può sfamarci e dissetarci.

Chi è Gesù per te? Forse lo consideri lontano da te?

Caro lettore devi sapere che Gesù disse: <<Io sono il buon pastore; il buon pastore dà la sua vita per le pecore.>> Giovanni capitolo 10 versetto 11.

Chi meglio di Colui che ha dato la propria vita per me e per te, può ascoltarti, comprenderti e capirti? Vai a Gesù!

 

Conosci la Bibbia?

Chi sali su un'albero, nell'attesa che il Signore Gesù passasse da lì, per poterlo vedere?
 

Ricerca nella Bibbia

Main page Contacts Search Contacts Search